Questo sito web o le sue componenti di terze parti utilizzano i cookies necessari alle proprie funzionalità. Se vuoi saperne di più puoi verificare la nostra cookie policy

ACCETTA

disturbi vaginismo

Sonia Pizzoleo
Sonia Pizzoleo

Via Domenico Tripepi, 9 - 89127 REGGIO CALABRIA (Reggio Calabria)

Tel: 3283926497 Cel: 3283926497

Rating*

Consento il trattamento dati ai sensi e per gli effetti del Regolamento Europeo 2016/679- GDPR*

CAPTCHA

Psicologo a Reggio Calabria

Molte ragazze soffrono di vaginismo. Tra i fattori che possono contribuire al manifestarsi del disturbo ci sono anche i ricordi traumatici legati ai primi tentativi di penetrazione oppure fatti legati alla storia sessuale della donna stessa. A volte invece il vaginismo può dipendere da come la paziente vive la propria corporeità. La Dottoressa Sonia Pizzoleo, grazie alla propria esperienza, è riuscita ad aiutare molte donne a fare luce su tale disagio. Non esitare a contattarla, potrebbe essere la scelta giusta per uscire da questa condizione di impotenza.

Consento il trattamento dati ai sensi e per gli effetti del Regolamento Europeo 2016/679- GDPR*

CAPTCHA

Dr.ssa Paola Maggi
Dr.ssa Paola Maggi

Via Franchi, 15 - 27100 PAVIA (Pavia)

Cel: 3337556607

Rating*

Consento il trattamento dati ai sensi e per gli effetti del Regolamento Europeo 2016/679- GDPR*

CAPTCHA

Psicologo a Pavia

Una paziente affetta da vaginismo è impossibilitata ad avere un atto sessuale completo, pur non avendo problemi dal punto di vista anatomico. E' un tipo di disturbo che dipende da problematiche di tipo psicologico, che creano una certa rigidità da parte della donna all'atto della penetrazione maschile. Per cui il soggetto, invece di provare piacere, avverte un dolore fisico proprio durante l'atto sessuale.

Consento il trattamento dati ai sensi e per gli effetti del Regolamento Europeo 2016/679- GDPR*

CAPTCHA

Prof.Giuseppe Greco
Prof.Giuseppe Greco

Via Giovanni Verga, 56 - 95024 ACIREALE (Catania)

Cel: 3407281640

Rating*

Consento il trattamento dati ai sensi e per gli effetti del Regolamento Europeo 2016/679- GDPR*

CAPTCHA

Consento il trattamento dati ai sensi e per gli effetti del Regolamento Europeo 2016/679- GDPR*

CAPTCHA

Vaginismo

Quando si parla di vaginismo in medicina, si intende un disturbo sessuale, che si manifesta con una serie di contrazioni involontarie e riflesse dei muscoli della vulva, del perineo e dellorifizio vaginale, in grado di impedire la penetrazione durante latto sessuale e, in alcuni casi, anche durante la normale visita ginecologica.

vaginismo.jpg

Una donna affetta da vaginismo può raggiungere comunque l’orgasmo all’apice delle attività sessuali, attraverso la stimolazione del clitoride. La caratteristica principale del disturbo del vaginismo, è quella di riuscire ad impedire la penetrazione, portando non pochi problemi alle pazienti malate, che vedono dilagare il problema sessuale anche alla sfera dei rapporti interpersonali, attraverso un senso di sfiducia ed inadeguatezza. Le contrazioni dei muscoli della vagina legate al vaginismo rendono doloroso l’atto sessuale. Tale dolore può legarsi in modo serio al ricordo dell’atto sessuale, paralizzando così la paziente ogni qualvolta decide di intraprendere una relazione amorosa. Il ricordo può giocare così brutti scherzi, mutando una sensazione passata in una sorta di trauma presente. I partner delle donne affette da questo disturbo, possono inoltre essere indotti a pensare che la propria amante non venga in realtà attratta sessualmente da loro, che in molti casi ignorano i dolori provocati da questa particolare patologia. Esistono varie cause che possono determinare il vaginismo in un individuo femminile, sia di tipo psicologico che di tipo fisiologico: un abuso sessuale subito per esempio, può far entrare nella testa della povera vittima, una distorsione nella visione del sesso, visto come una sorta di pratica immorale e sporca.

Questo pensiero distorto può provocare come reazione fisica le contrazioni proprie della malattia, proprio per impedire, anche se ad un livello inconscio, la penetrazione vera e propria. Conseguenze a livello fisico ce ne sono poche: se si fa eccezione per i dolori avvertiti nel tentativo di intraprendere una qualche attività sessuale. Molto più gravi invece le complicazioni emotive e psicologiche: i disturbi sessuali sono molto imbarazzanti, sia per l’uomo che per la donna. Il senso di impotenza ed inadeguatezza che portano possono devastare un individuo a livello umano. Si inizia a pensare ad una vita di solitudine, spesa nel tentativo di fuggire da qualunque relazione che possa includere attività sessuali, proprio per paura di fallire, di soffrire. L’emotività così delicata delle donne inoltre, non fa che favorire la certezza di essere malati in maniera irreversibile. La consapevolezza di essere influenzati dalla ciclicità temporale, dagli anni che passano, unita alla conoscenza del corpo umano, ed a quella sorta di tempo limitato che le donne hanno nella concepimento e nella procreazione, possono facilmente aumentare il problema psicologico legato al vaginismo, soprattutto nelle donne giunte ad una età adulta.

Sei uno Psicologo? Per la tua pubblicità Clicca Qui